Daikon, il ravanello giapponese - Coltivare l'orto

Coltivare l'orto
Vai ai contenuti

Menu principale:

Daikon, il ravanello giapponese

Antologia > Tutti gli argomenti > Ravanelli
 
Daikon, il ravanello giapponese

Il Daikon (termine che significa Grande radice) è un ravanello invernale di sapore mite, caratterizzato da una radice bianca molto lunga e da foglie a crescita molto rapida.   Infatti, è possibile recidere il ciuffo di foglie per cucinarlo separatamente: la radice ne emetterà presto un altro. Naturalmente, il consumo privilegiato è quello della grande radice, dal gusto del tutto simile a quello di un comune ravanello. Il Daikon, come suggerisce il nome, fa parte della grande varietà di ortaggi della famiglia delle brassicacee (cavoli) provenienti dall’oriente, che si stanno diffondendo anche nelle nostre zone.
Il daikon ha molti nomi, a causa della sua provenienza da aree molto vaste. Viene spesso detto ravanello cinese o ravanello giapponese, ravanello orientale, o lobok. Il nome scientifico è Raphanus sativus longipinnatus.
La varietà più comune si trova in Giappone, conosciuta come  Aokubi daikon e  ha la forma di una grossa carota, di circa 20–35 di lunghezza, e di 5–10 cm di diametro


Il ravanello daikon
La coltivazione del daikon non è difficile e assomiglia molto a quella del comune ravanello, con la differenza essenziale che occupa molto più spazio, a causa delle sue dimensioni. Infatti, ogni radice delle varietà più comuni che potrete trovare in commercio in Italia può pesare da 500 grammi a 1 kg, e può essere lunga da 30 a 60 centimetri.


Raccolta di ravanelli daikon. Le varietà più comunemente coltivate Possono avere un diametro di 10 cm e una lunghezza da 50 a 100 cm
La coltivazione del ravanello daikon è simile a quella del ravanello tradizionale, con la sola differenza che ha bisogno di molto più spazio. La coltivazione va fatta in un terreno fertile, morbido e profondo, privo di pietrisco o di altre impurità che provocherebbero biforcazioni e ferite nelle radici.


I daikon vengono coltivati anche per consumare i germogli.
RAVANELLO DAIKON DA GERMOGLI (Catalogo Ingegnoli)
Sapore pungente e piccante, ricco di potassio, ottimo stimolatore della flora batterica intestinale. Consigliato in casi di inappetenza e fermentazioni intestinali.
Risciacquare i germogli abbondantemente quattro o cinque volte prima di utilizzarli. È un’operazione indispensabile per eliminare i prodotti residui della germinazione, che possono talvolta essere sgradevoli. I germogli saranno bianchi, con sapore più delicato se cresciuti al buio o verdi, in quanto più ricchi di clorofilla, se dopo la germinazione saranno stati esposti alla luce.
Fate la semina direttamente in campo collocando gruppetti di due-tre semi alla distanza di 20 cm sulla fila, lasciando 40-50 cm tra una fila e l’altra. Posizionare il semi a 1 cm di profondità.
Quando le piantine saranno alte circa 8-10 cm diradate, cioè lasciate solo la più bella di ogni gruppetto.


Ravanello Daikon Mino Early (Catalogo Arcoiris)
Predilige un clima temperato, teme siccità e temperature molto elevate.
Semina: da inizio marzo alla fine di ottobre, escludendo il periodo di caldo torrido, in file o a spaglio.
Impianto: 2-30 cm tra le file, 35 cm sulla fila. Dose di seme: 80-100 g/100 mq.
Rotazione: non deve seguire cucurbitacee, ombrellifere, solanacee, fagioli ed altre crucifere.
I ravanelli richiedono pieno sole e irrigazione costante per prosperare.
Se potete installare l’irrigazione a goccia otterrete i migliori risultati, ma questo vale per tutti gli ortaggi. Per evitare le malerbe e per conservare l’umidità attorno alle piante fate la semina su file pacciamate con telo nero


Raccolta dei ravanelli daikon
Il daikon può essere consumato sia crudo che cotto. In particolare si possono cuocere le foglie, mentre le radici possono essere consumate sia crude ce cotte, come parte di zuppe e minestroni. Si tratta di un ortaggio a basso contenuto calorico ma ricco di vitamine e di sostanze nutritive.


Anche le foglie sono commestibili e possono essere raccolte in più riprese, recidendo tutto il cespo che viene presto rigenerato.
In primavera, è possibile piantare i ravanelli daikon, non appena si può lavorare la terra, in quanto crescono meglio alle temperature inferiori ai 27 °C.
Lo sviluppo è veloce, pper cui potete seminare le file scalarmente, ogni 15 giorni, per avere raccolti continuati. Come con altri ravanelli, li potete piantare sul terreno destinato ad accogliere le piantine di pomodori e peperoni, che normalmente si mettono a dimora in aprile-maggio.
Per il consumo primaverile potete seminare sotto tunnel già alla fine dell’inverno.
Normalmente, però, la semi a si fa da marzoa maggio, oppure da settembre a novembre.
Le piante matureranno entro 60 a 70 giorni.


Ravanello Giapponese Minowase Gigante (Catalogo Tuttosemi)
Un ravanello giapponese, classico, varieta' antichissima tradizionale, consumato crudo e' spettacolare anche a crescita completata in quanto non viene coriaceo, ne' piccante
Perfetto per le insalate e da affettare, Tenete conto dei suoi mezzo metro/ 60 cm  di lunghezza quando li seminate, mettendoli a dimora ove ci sia lo spazio necessario.
Trovi interessante questo sito?
Ogni pochi giorni vengono pubblicate novità, schede tecniche, esempi   di coltivazione, prodotti, notizie utili al tuo hobby. Se vuoi   essere informato GRATUITAMENTE  sulle novità di questo sito e degli   altri blog del network.
ISCRIVITI SUBITO. Potrai cancellarti quando vorrai.



Se stai visitandoci dal tuo telefonino o tablet, puoi scaricare la nostra app
per essere sempre collegato IN TEMPO REALE a tutte le novità.



   
Buon orto a tutti !!!
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
Riceverai periodicamente e gratuitamente informazioni su tutte le nostre attività, informazioni utili, trucchi e segreti dei vecchi ortolani esperti per ricavare il meglio dal tuo terreno o dal tuo balcone.

Tip

Tip

Tip
Torna ai contenuti | Torna al menu