Dicioccatura del carciofo - Coltivare l'orto

Coltivare l'orto
Vai ai contenuti

Menu principale:

Dicioccatura del carciofo

Antologia > Tutti gli argomenti > Carciofi
 
Dicioccatura del carciofo

La dicioccatura si esegue dopo ilprimo anno dall'impianto, in luglio o agosto, quando le piante sono secche o quasi. Lo scopo della dicioccatura è quello di eliminare gli steli che hanno già prodotto. Questa operazione di pulizia previene la formazione di muffe e   l'insediamento  di larve di insetti.
Quando le piante della carciofaia si stanno avviando al periodo di riposo e sembrano quasi secche, necessitano di una buona ripulita che crei attorno a loro un ambiente sano. Gli steli secchi  che hanno già prodotto carciofi vanno eliminati in quanto  sarebbero assolutamente inutili dal punto di vista produttivo della stagione successiva.


Raccolta di carciofi

Fra l'altro un arieggiamento della pianta riduce i rischi dello sviluppo di muffe, che tendono a propagarsi anche alla parte sana della pianta. Tutti gli steli  secchi eliminati possono essere aggiunti al mucchio del compost, a meno che non siano palesemente ammalati. Per facilitare  la trasformazione in humus  innaffiateli, compattateli e ricopriteli con un leggero  strato di terra o, meglio, di compost dell'anno precedente che può servire da acceleratore della trasformazione. Per indurre una certa disinfestazione potete spolverarli con della calciocianamide.


I carciofi in produzione producono molti capolini


SCOPRI L’HOBBY PIU’ ANTICO E PIU’ ATTUALE
Scopri e diventa un coltivatore d’orto esperto. Basta un fazzoletto di terra, ma anche solo QUALCHE VASO sul tuo balcone.
METTI A FRUTTO I TUOI SPAZI INUTILIZZATI.
Porta sulla tua tavola cibi naturali ottenuti al solo prezzo del tuo amore e della tua passione.
Ristabilisci un contatto positivo con la natura, l’alternarsi delle stagioni, il sole, la luna, la pioggia  e  il cielo che ti circonda.
Entra nel mistero del seme che dà orIgine alla vita nel grembo della terra.
I libri di “Edizioni Coltivare l’orto”  che ti proponiamo (anche in formato ebook) sono stati scritti da un vero hobbysta dell’orto con una esperienza di più di mezzo secolo, che lo ha portato a essere maestro sia delle tradizioni più antiche  che delle tecniche più  moderne.
Su questi libri troverai informazioni che vanno ben oltre le comuni nozioni circolanti sul web, spesso ripetute e inesatte.
Per saperne di più

Gli steli secchi che hanno già prodotto vanno recisi a circa 5 cm sotto la superficie, eliminando anche le gemme che si sono formate per ultime sotto di essi. Essendo secchi gli  steli sono notevolmente resistenti al taglio, anche perché alla base possono presentare un diametro notevole, fino a 4-5 centimetri. Usate uno strumento, come una zappa, molto affilato. Scavate attorno allo stelo da eliminare e distaccatelo dalla pianta prima di assestare con precisione il colpo definitivo, per non danneggiare la pianta madre.


I carciofi non raccolti per tempo fioriscono

Una pianta di carciofo può rimanere in produzione anche 5 o 6 anni, dopodiché andrebbe sostituita con piante giovani. Se possibile spostate la carciofaia su una parcella di terreno diversa ogni cinque anni, secondo la pratica sempre consigliabile della rotazione. Ricordate che un impianto sano ha bisogo di spazio: le ppiante vanno disposte su file distanti  almeno un metro una dall'altra, e le piante collocate sulle file a  intervalli di 80-100 centimetri.


Coltivazione di carciofi

Buon orto a tutti !!!
SCARICA I NOSTRI EBOOK GRATUITI

Iscriviti alle News di Coltivare l'orto

Verrai subito reindirizzato alla pagina per scaricare tutti gli ebook gratuiti disponibili

Torna ai contenuti | Torna al menu