Il cavolo Spigariello o Cavolo Minestra - Coltivare l'orto

Coltivare l'orto
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il cavolo Spigariello o Cavolo Minestra

Antologia > Tutti gli argomenti > Cavoli in genere
 
Il cavolo Spigariello o Cavolo Minestra

Conosciuto son molti nomi, come Spigariello, Cavolo minestra, Vruoccolo d'a Santella, Spuntatura, si tratta di una varietà di cavolo nero (Brassica Oleracea acephala) senza testa, di cui si consumano le foglie e i getti spesso rifiorenti. E' coltivato soprattutto nel sud dell'Italia ma, come tutti i cavoli, si adatta a molti climi e ambienti diversi
La pianta del cavolo da minestra è di media grandezza, alta 4'-60 cm circa secondo la varietà, ed ha foglie di colore verde-grigio, lanceolate,  lisce o più o meno arricciate, lunghe dai 10m ai 20 centimetri. La parte commestibile è costituits dalle foglie  e dai germogli fiorali, appena sbocciati.


Le foglie del Cavolo da minestra non sono cerose
La semina può essere fatta in vivaio spargendo un grammo di seme per un metroquadrato di terreno ben spianato. Le piantine si diradano e poi si trapiantano quando sono alte circa 10 cm. Vanno collocate a dimora alla distanza di 50-70 cm tra le file, e altrettanto sulla fila.
Semina per il raccolto estivo-autunnale
La semina in semenzaio per la raccolta estivo-autunnale si fa da maggio a luglio, il trapianto da giugno ad agosto. La raccolta può iniziare dopo circa 80 giorni, da settembre a novembre.


Spigariello riccio

SCOPRI L’HOBBY PIU’ ANTICO E PIU’ ATTUALE
Scopri e diventa un coltivatore d’orto esperto. Basta un fazzoletto di terra, ma anche solo QUALCHE VASO sul tuo balcone.
METTI A FRUTTO I TUOI SPAZI INUTILIZZATI.
Porta sulla tua tavola cibi naturali ottenuti al solo prezzo del tuo amore e della tua passione.
Ristabilisci un contatto positivo con la natura, l’alternarsi delle stagioni, il sole, la luna, la pioggia  e  il cielo che ti circonda.
Entra nel mistero del seme che dà orIgine alla vita nel grembo della terra.
I libri di “Edizioni Coltivare l’orto”  che ti proponiamo (anche in formato ebook) sono stati scritti da un vero hobbysta dell’orto con una esperienza di più di mezzo secolo, che lo ha portato a essere maestro sia delle tradizioni più antiche  che delle tecniche più  moderne.
Su questi libri troverai informazioni che vanno ben oltre le comuni nozioni circolanti sul web, spesso ripetute e inesatte.
Per saperne di più

La coltivazione avviene in modo tradizionale, come per tutti i cavoli. Il terreno va concimato alla lavorazione con abbondante letame o concime minerale ricco di fosforo e potassio. Le piante vanno disposte su prode rialzate, in modo che l'acqua di irrigazione possa scorrere nelle canalette tra una fila e l'altra. Occorre evitare ristagni d'acqua, dunque le canalette devono avere una leggerissima pendenza.
Dai primi di luglio a settembre lo spigariello va innaffiato con cura, per fare in modo che produca germogli fiorali più teneri.


Spigariello (Catalogo Ingegnoli)




Semente di Spigariello dal catalogo SeedsSelect


Cavolo minestra o Spigariello
La raccolta delle foglie o dei getti è scalare, cioè viene fatta periodicamente, secondo necessità, staccando le foglie più grandi. Quelle rimaste cresceranno rapidamente. In questo modo la raccolta si può prolungare molto nel tempo. Le foglie sono prive della cerosità tipica dei cavoli, dunque sono particolarmente adatte al consumo umano.


Cavolo minestra o Spigariello
Semina per la raccolta primaverile
La semina per la raccolta primaverile si fa da ottobre a dicembre in contenitori alveolari, per fare il trapianto da gennaio in poi. In questo modo la raccolta inizia nella primavera e, con il metodo della raccolta scalare, può continuare fino alla primavera successiva, dal momento che si tratta di una pianta biennale.


Cavolo Spigariello dal catalogo Franchi
Buon orto a tutti !!!
SCARICA I NOSTRI EBOOK GRATUITI

Iscriviti alle News di Coltivare l'orto

Verrai subito reindirizzato alla pagina per scaricare tutti gli ebook gratuiti disponibili

Torna ai contenuti | Torna al menu