Raccogliere le cipolle ramate - Coltivare l'orto

Coltivare l'orto
Vai ai contenuti

Menu principale:

Raccogliere le cipolle ramate

Antologia > Tutti gli argomenti > Cipolle
 
Raccogliere le cipolle ramate

Quando la pianta è secca estirpare le cipolle dal terreno conservando il fusto, che servirà eventualmente a legarle in mazzi per appenderle in modo da favorirne l’asciugatura
Da luglio e agosto possono essere raccolte le cipolle trapiantate in marzo-aprile. Se il nostro orto è piccolo le abbiamo coltivate in consociazione con altri ortaggi, e sono cresciute uasi senza che ce ne accorgessimo. Il momento di raccogliere le cipolle viene quando la pianta si secca. Possono rimanere anche a lungo nel terreno senza marcire, e questo ci consente di fare una raccolta unica, quando anche le ultime sono pronte.


Le cipolle ramate sono belle da vedere e si conservano a lungo per la gioia della nostra cucina. Quando accennano a germogliare o ammuffire si possono tagliare come per fare un soffritto, e congelare. Al momento verranno buttate direttamente in padella.
Estirpare le cipolle dal terreno conservando il fusto, che servirà eventualmente a legarle in mazzi per appenderle in modo da favorirne l’asciugatura.
La raccolta può essere fatta correttamente utilizzando un forcone, le cui punte debbono essere infilate nel terreno a debita distanza  dai bulbi pper non danneggiarli. Tirando le cipolle attraverso il fusto, questo può rompersi e nel bulbo ppossono crearsi ferite che daranno luogo a marciumi.
E’ possibile anche distenderle su un ripiano moderatament4e esposto al sole, rigirandolole ogni paio di giorni. In ogni caso è importante che le nostre cipolle non prendano pioggia.


Le cipolle appena estirpate vanno fatte asciugare appendendole oppure distendendole su un ripiano e rigirandole ogni paio di giorni. Dopo due settimane saranno pronte per essere ripulite.

SCOPRI L’HOBBY PIU’ ANTICO E PIU’ ATTUALE
Scopri e diventa un coltivatore d’orto esperto. Basta un fazzoletto di terra, ma anche solo QUALCHE VASO sul tuo balcone.
METTI A FRUTTO I TUOI SPAZI INUTILIZZATI.
Porta sulla tua tavola cibi naturali ottenuti al solo prezzo del tuo amore e della tua passione.
Ristabilisci un contatto positivo con la natura, l’alternarsi delle stagioni, il sole, la luna, la pioggia  e  il cielo che ti circonda.
Entra nel mistero del seme che dà orIgine alla vita nel grembo della terra.
I libri di “Edizioni Coltivare l’orto”  che ti proponiamo (anche in formato ebook) sono stati scritti da un vero hobbysta dell’orto con una esperienza di più di mezzo secolo, che lo ha portato a essere maestro sia delle tradizioni più antiche  che delle tecniche più  moderne.
Su questi libri troverai informazioni che vanno ben oltre le comuni nozioni circolanti sul web, spesso ripetute e inesatte.
Per saperne di più

Quando, sfregandole con le mani, tutte le pellicole esterne più danneggiate verranno via lasciando la cipolla integra e rivestita di una bella tunica ramata, allora si potranno ripulire tutte le cipolle e le si potrà riporre in luogo asciutto e soprattutto al buio, per evitare una germinazione precoce.
Conservate in questo modo le cipolle possono durare anche un paio di mesi.


Le piantine di cipolla trapiantate in marzo.



La cipolla si presta ad essere coltivata in consociazione con altri ortaggi

Buon orto a tutti !!!
SCARICA I NOSTRI EBOOK GRATUITI

Iscriviti alle News di Coltivare l'orto

Verrai subito reindirizzato alla pagina per scaricare tutti gli ebook gratuiti disponibili

Torna ai contenuti | Torna al menu