C onservare i fagioli senza buchi - Coltivare l'orto

Coltivare l'orto
Vai ai contenuti

Menu principale:

C onservare i fagioli senza buchi

Antologia > Tutti gli argomenti > Conservare iprodotti dell'orto
 
Conservare i fagioli senza buchi. Il tonchio

Il fagiolo è uno deglii ortaggi più coltivati, e normalmente la quantità prodotta è superiore al fabbisogno immediato   della famiglia. Ciò induce a conservare parte della produzione, anche perché il fagiolo secco si presta benissimo. Purtroppo, viene facilmente preso di mira da un parassita diffusissimo, il tonchio. Ecco alcuni metodi tradizionali perproteggere i fagioli senza ricorrere a prodotti chimici.
L'insidia per i fagioli secchi è rappresentate da un insetto di pochi millimetri (nome scientifico Acanthoscelides obtectus) noto come  tonchio del Fagiolo. E' un piccolo Coleottero (circa 2,54 mm di lunghezza) di colore verdastro e con il corpo ricoperto di corti peli.
La larva è arcuata e di colore biancastro.
Il danno si manifesta sui semi del fagiolo ed è determinato dalle larve; queste penetrano, più di una ogni seme, scavandovi gallerie. I semi, che sono svuotati e bucherellati, non sono più commestibili.


L’Acanthoscelides obtectus misura in media 2,5mm, presenta anch’esso un corpo ricoperto da una folta peluria, è di colore verde, la larva invece presenta un colore bianco.
Per allontanare il parassita dai semi si possono mettere in atto una serie di accorgimenti naturali di difesa. Tenete presente comunque che questi metodi, in quanto biologici, possono essere applicati senza nessun problema ai fagioli destinati al consumo, mentre sono sconsigliabili per i fagioli da destinare alla semina in quanto, in alcuni casi, potrebbero compromettere la capacità germinativa.


Fagioli danneggiati dal tonchio
I fagioli da conservare secchi devono essere raccolti a completa maturazione, cioè quando i baccelli sono completamente secchi. La maturazione può essere testata considerando la possibilità di scalfire il fagiolo con l'unghia, cosa che non dovrebbe essere possibile nel fagiolo completamente secco.
In molte zone, specialmente le più calde, il tonchio si infila nel fagiolo ancor prima della maturazione. Dunque, dopo la raccolta e prima della conservazione, va attuata una disinfestazione. Naturalmente, questi metodi si applicano ai fagioli già sgusciati.


Acanthoscelides obtectus (tonchio del fagiolo) e la sua larva
ESPOSIZIONE AL SOLE
Esponete i fagioli per 3-4 giorni a temperature medio-elevate, per esempio mettendoli in un contenitore con un coperchio di vetro esposto al sole. In questo modo si eliminano i parassiti senza compromettere il valore nutritivo  dei fagioli

FORNO
Con grande prudenza mettete i fagioli in forno a 35-40 °C per 2 ore o a 55-60 °C per un'ora, mischiando di tanto in tanto. Questo metodo però rende i fagioli più duri alla cottura.


Fagioli invasi dal tonchio

BOLLITURA
Potete disinfestare i fagioli immergendoli per circa un minuto in acqua bollente, immergendoli pochi alla volta per non femare la bollitura. Subito dopo toglieteli e raffreddateli in acqua fredda: poi le farete asciugare molto bene esponendoli al sole.

NEL CONGELATORE
Ponete i fagioli, chiusi in un secchetto di polietilene, nel congelatore dove resteranno per 10 giorni. Successivamente, fateli scongelare ed asciugare e conservateli normalmente.

Dopo uno di questi trattamenti a caldo o a freddo i semi possono  essere conservati facilmente per tutto il periodo invernale in contenitori di vetro ben chiuso oppure in doppi sacchi di tela robusta.
Per la disinfestazione chimica, è possibile impiegare prodotti a base di piretro. E’ bene ricordare che i trattamenti su sementi stoccate in magazzino e per uso alimentare vanno effettuati da personale specializzato e soltanto con prodotti di fonte attendibile.




Il Bruchus pisorum  (tonchio del pisello) ha una lunghezza di circa 4mm presenta un corpo di colore nero, ricoperto di peluria e nella parte superioresono presenti delle macchie grigie, le larve di Bruchus pisorum sono di colore bianco con testa nera, hanno delle piccole zampe e il corpo ricoperto da corte setole

Iscriviti alle News di Coltivare l'orto

Verrai subito reindirizzato alla pagina per scaricare tutti gli ebook gratuiti disponibili

Buon orto a tutti !!!
Torna ai contenuti | Torna al menu