Fragole rampicanti, coltivazione in terra e in vaso - Coltivare l'orto

Coltivare l'orto
Vai ai contenuti

Menu principale:

Fragole rampicanti, coltivazione in terra e in vaso

Antologia > Tutti gli argomenti > Fragole
 
 
Fragole rampicanti, coltivazione in terra e in vaso
Fragola rampicante Meilland
Le fragole rampicanti, come la Mount Everest, sono rifiorenti, dunque fruttificano  senza interruzioni da maggio  a settembre. Nel primo periodo, da maggio a-giugno, la produzione è abbondante. Successivamente si riduce in modo progressivo, per terminare a settembre. I frutti sono di media grandezza, pesanti 10-15 grammi, saporiti e profumati.
La fragola è una pianta che deriva il suo nome dalla parola latina fragrans, cioè fragrante, per merito del profumo intenso che caratterizza particolarmente le varietà selvatiche, conosciute come fragoline di bosco. La pianta è originaria del nord America ma si è ambientata anche in Italia, dove vive spontaneamente ma soprattutto viene coltivata negli orti e giardini.


La fragola rampicante Mount Everest
Ideale anche per la coltura in vaso su un balcone o in un piccolo giardino. La pianta emette stoloni lunghi fino a 1 metro che vengono normalmente rivolti verso l’alto, fissandoli ad una canna di bambù oppure a una rete o un traliccio, in alternativa si possono lasciar ricadere a cascata da un contenitore alto. In questo modo aria e sole permetteranno di mantenere la pianta molto sana e si potranno cogliere frutti ben puliti. È rifiorente: la raccolta è continua da giugno a settembre, i frutti di media grossezza sono saporiti e profumati. (Dal catalogo Ingegnoli)

Le fragole si possono riprodurre per seme; i semi però sono molto piccoli ed è necessaria una certa esperienza per ottenere buone piantine. Nei fatti, si preferisce utilizzare piantine già pronte. Potete trovarle in vasetti di 14 cm di diametro, o anche più piccoli. Queste piantine si possono trapiantare in terra  ma la scelta più conveniente è la coltivazione in vasi più grandi, di 20-25 cm di diametro. Come terra di riempimento usate del terriccio ricco di sostanza organica, poco calcareo e ben drenato. Potete usare una miscela di terra comune e compost al 50%.


Fiori di fragola


Dal fiore della fragola inizia a svilupparsi il frutto
La varietà Mount Everest sviluppa una vegetazione rigogliosa con stoloni (fusti striscianti) sui quali, all'altezza dei nodi, si sviluppano radici, foglie e frutti. Questi stoloni possono essere lunghi un metro o più, e ciò consente di allevarli legandoli a un sostegno, o tutore. In tal modo la pianta passa dall'aspetto strisciante a quello assurgente. é la stessa tecnica che si usa con i cetrioli, con i fagiolini ma anche con le rose rampicanti.
Infatti, come alcune varietà di rose, anche alcune varietà di fragole vengono definite rampicanti, ma a differenza dei veri rampicanti non sono dotate di parti vegetali atte a favorire l'arrampicamento (vilucchi o simili)
Dunque le fragole rampicanti vanno sostenute con paletti, canne, graticci, reti o altri accessori simili.


Le Fragole Rampicanti Bakker Kingsize (Fragaria x ananassa) sono a crescita veloce e si sviluppano facilmente lungo una spalliera. Da giugno a ottobre, potrai raccogliere dolci e succose fragole dal sapore delizioso. Questa varietà di fragole è meravigliosa in un ampio vaso sul terrazzo. (dal catalogo Bakker)


Fragola ananassa. Questa foto rappresenta una fruttificazione insolitamente abbondante. Il consiglio è di diffidare di alcune foto, che hanno lo scopo di favorire la vendita ma possono essere elaborazioni grafiche o fotomontaggi.

Informazioni sulla semina
Come già detto, la coltivazione da seme non è facile ed è preferibile acquistare piantine già pronte, che però sono abbastanza costose, da 80 cent a piantina (per quelle più piccole) in su. Però esistono anche piantine cosiddette "congelate", vendute a radice nuda, molto più economiche. Per chi desidera comunque seguire la via più economica in assoluto, cioè l'uso di semi, diamo qualche consiglio.


Fragola rampicante (www.Aliexpress.com)

Utilizzate una terrina profonda almeno 10 cm riempita con terriccio fine da semina, preferibilmente setacciato. Spianate perfettamente la superficie battendola leggermente con una piastrella. Inumidite con uno spruzzatore e spargete i semi distanziandoli un paio di cm. Ricoprite i semi lasciando cadere del terriccio attraverso un setaccio a maglie fini, in modo che formi uno strato omogeneo non più alto di un paio di millimetri. Battete ancora leggermente per fissare il terreno attorno ai semi e bagnate ancora con spruzzo leggerissimo, badando che il getto d'acqua cada come una rugiada che non rimuove il terriccio


Fragole curiose, non rampicanti. Fragola gialla (www.superhordealz.net)


SCOPRI L’HOBBY PIU’ ANTICO E PIU’ ATTUALE
Scopri e diventa un coltivatore d’orto esperto. Basta un fazzoletto di terra, ma anche solo QUALCHE VASO sul tuo balcone.
METTI A FRUTTO I TUOI SPAZI INUTILIZZATI.
Porta sulla tua tavola cibi naturali ottenuti al solo prezzo del tuo amore e della tua passione.
Ristabilisci un contatto positivo con la natura, l’alternarsi delle stagioni, il sole, la luna, la pioggia  e  il cielo che ti circonda.
Entra nel mistero del seme che dà orIgine alla vita nel grembo della terra.
I libri di “Edizioni Coltivare l’orto”  che ti proponiamo (anche in formato ebook) sono stati scritti da un vero hobbysta dell’orto con una esperienza di più di mezzo secolo, che lo ha portato a essere maestro sia delle tradizioni più antiche  che delle tecniche più  moderne.
Su questi libri troverai informazioni che vanno ben oltre le comuni nozioni circolanti sul web, spesso ripetute e inesatte.
Per saperne di più

Dopo 80-100 giorni le piantine possono essere trapiantate. Bagnate bene il terreno e prelevatele con l'aiuto di un cucchiaio, in modo da conservare una buona zolla di terra attorno alle radici.  Trapiantatele preferibilmente in vasi di 20-25 cm di diametro, sul fondo dei quali avrete messo uno strato di 3 cm di ghiaia per assicurare un buon drenaggio. Pressate la terra attorno al colletto e innaffiate subito.
Le piantine si mettono a dimora da settembre a gennaio. Potete seminare all'aperto da aprile a giugno.


Fragola rampicante Meilland. Varietà di fragola rifiorente (raccolta da giugno alle gelate). I lunghi stoloni di questa fragola rampicante devono essere disposti contro un muro o legati a un tutore. In questo modo avrai sempre fragole a portata di mano. Piantala in vaso o in piena terra. Questa varietà può raggiungere 1,50 m. Ottima qualità gustativa.

Cure colturali
Il terreno va mantenuto umido, ma non bagnato perché le fragole non tollerano i ristagni d'acqua. La frequenza di irrigazione dipende dalle condizioni climatiche. Nel corso dell'inverno può bastare una irrigazione a settimana, mentre durante l'estate potrebbe essere necessario innaffiare quotidianamente.
La concimazione di base si fa mettendo nella parte inferiore del vaso del letame maturo, prima del trapianto. Negli anni successivi potete sollevare la zolla e inserire, sempre sul fondo del vaso, altro letame maturo.


Fragola rampicante Meilland in vaso
Nel periodo di fioritura e fruttificazione potete concimare ogni 30 giorno con concime liquido o granulare a base di fosforo e potassio. Solitamente troverete concime contenente anche azoto, fate in modo che sia in percentuale non rilevante per evitare che la pianta produca più foglie che frutti.
Per evitare la proliferazione di erbe infestanti disponete sul terreno attorno al fusto una pacciamatura composta da uno strato di corteccia, o di paglia, oppure del telo agricolo nero.


Fragole curiose non rampicanti. Fragola viola  (www.superhotdealz.net)
A fine inverno, poco prima della ripresa vegetativa, ripulite la pianta da tutti i rami secchi e spezzati.
Dal punto di vista delle malattie, la più temibile è la muffa che può attaccare i frutti, specialmente se sono a livello del terreno. Per questo è utile coltivare le piante legando i tralci verso l'alto, proprio per evitare questi contatti.


Fragola in vaso (www.aliexpress.com)
Le fragole rifiorenti come la Mount Everest fruttificano  senza interruzioni da maggio  a settembre. Nel primo periodo, da maggio a-giugno, la produzione è abbondante. Successivamente si riduce in modo progressivo, per terminare a settembre. I frutti sono di media grandezza, pesanti 10-15 grammi, saporiti e profumati.



SCARICA I NOSTRI EBOOK GRATUITI

Iscriviti alle News di Coltivare l'orto

Verrai subito reindirizzato alla pagina per scaricare tutti gli ebook gratuiti disponibili

Buon orto a tutti !!!
Torna ai contenuti | Torna al menu