La moltilicazione delle fragole - Coltivare l'orto

Coltivare l'orto
Vai ai contenuti

Menu principale:

La moltilicazione delle fragole

Antologia > Tutti gli argomenti > Fragole
 
La moltiplicazione delle fragole

La moltiplicazione delle fragole può essere fatta in diversi modi: per seme, per divisione del cespo o anche utilizzando gli stoloni emessi da molte varietà. In questo mese di novembre l’unica possibilità per iniziare una coltivazione è il trapianto. Anche in questo caso l’operazione va eseguita in luna crescente.
Le fragole si possono seminare all’aperto da aprile a giugno. Nei mesi da giugno ad agosto è possibile, per le varietà stolonifere, ottenere nuove piante dagli stoloni, i lunghi getti emessi a fine produzione: basta accostarli al terreno per ottenere la radicazione. Un altro metodo utilizzabile è la divisione dei cespi, e questo è consigliabile specialmente per le fragoline di bosco che non emettono stoloni.



Uno stolone di fragola ha emesso le radici e può diventare una nuova pianta.
Le fragole si possono seminare all’aperto da aprile a giugno. Nei mesi da giugno ad agosto è possibile, per le varietà stolonifere, ottenere nuove piante dagli stoloni, i lunghi getti emessi a fine produzione: basta accostarli al terreno per ottenere la radicazione. Un altro metodo utilizzabile è la divisione dei cespi, e questo è consigliabile specialmente per le fragoline di bosco che non emettono stoloni.



Piantine di fragole pronte al trapianto. La foto è stata scattata in primavera, le piantine in vendita a novembre non dovrebbero essere fiorite.


Le fragole vanno sempre tenute ben pulite dalle erbe spontanee.

Si scava la piantina dal terreno e si divide il cespo di radici in due, poi si ripiantano le metà  ottenendo così due piante. L’operazione si può fare in autunno. Se stiamo decidendo in questo momento di iniziare un orto, una delle piante che potrà darci per prima i frutti in primavera è la fragola. Occorre acquistare delle piantine da trapiantare e sistemarle ijn terra, o nei vasi dove cresceranno benissimo.



La pacciamatura con telo nero è molto indicata nella coltivazione delle fragole
L’operazione si fa togliendo la piantina dal suo vasetto (generalmente di plastica) senza far rompere il pane di terra che racchiude le radici: la piantina va interrata così com’è, esattamente alla stessa profondità, cioè il colletto (il punto in cui la pianta emerge dal terreno) non deve essere né sotterrato né sopraelevato rispetto al livello del terreno. Una volta interrata la piantina innaffiate, per consentire che il terreno aderisca quanto più possibile alle radici.



Un vaso posto in vicinanza di una pianta di fragole, con lo stolone che sta emettendo le foglie di una nuova piantina

SCOPRI L’HOBBY PIU’ ANTICO E PIU’ ATTUALE
Scopri e diventa un coltivatore d’orto esperto. Basta un fazzoletto di terra, ma anche solo QUALCHE VASO sul tuo balcone.
METTI A FRUTTO I TUOI SPAZI INUTILIZZATI.
Porta sulla tua tavola cibi naturali ottenuti al solo prezzo del tuo amore e della tua passione.
Ristabilisci un contatto positivo con la natura, l’alternarsi delle stagioni, il sole, la luna, la pioggia  e  il cielo che ti circonda.
Entra nel mistero del seme che dà orIgine alla vita nel grembo della terra.
I libri di “Edizioni Coltivare l’orto”  che ti proponiamo (anche in formato ebook) sono stati scritti da un vero hobbysta dell’orto con una esperienza di più di mezzo secolo, che lo ha portato a essere maestro sia delle tradizioni più antiche  che delle tecniche più  moderne.
Su questi libri troverai informazioni che vanno ben oltre le comuni nozioni circolanti sul web, spesso ripetute e inesatte.
Per saperne di più

Le piantine trapiantate in questo periodo cominceranno ad emettere fiori già dalla fine di febbraio, e potranno offrire fragole mature per i primi giorni di maggio. Quando le fragole cominceranno ad arrossire copritele con una rete da uccelli semplicemente appoggiato sulle piante (se ne avete poche va benissimo anche uno di quei sacchetti usati nei supermercati per contenere patate e cipolle). In effetti il loro colore vivo, in un panorama ancora grigio, attirerà la curiosità di uccelli come per esempio i merli, che sono curiosi e le beccano tutte.



Fragola fiorita

Le fragole sono molto sensibili alla invasione delle erbe spontanee, che perciò vanno eliminate frequentemente se la coltivazione è in vaso. Se invece coltivate le fragole in terra nell’orto disponetele su file distanti 50 cm, una piantina ogni 25 cm. Coltivando in terra è molto consigliabile pacciamare il terreno prima di sistemare le fragole.



Fragole in vaso




La  pacciamatura si fa utilizzando del telo nero, che viene steso sulla fila interrandolo in ciascuno dei quattro lati. Su questo telo nero si praticano dei tagli a croce alle distanze desiderate, e in ciascuno di questi tagli si interra una piantina. I vantaggi sono diversi: il terreno resta più caldo quindi la piantina cresce meglio; la crescita delle erbe spontanee nella parte coperta dal telo viene bloccata; le fragole non appoggiano sulla terra, quindi saranno molto meno soggette a malattie da umidità e saranno comunque più pulite. Come telo pacciamante potete usare l’apposito telo acquistabile presso garden center, ma se l’area è piccola risparmierete molto utilizzando semplicemente dei sacchetti da spazzatura da condominio, tagliati lungo i due lati lunghi e dunque di lunghezza raddoppiata.
Tutte le operazioni di semina e trapianto sulle fragole vanno eseguite in luna crescente.



Rete antiuccelli a protezione delle fragole

Raccolto di fragole
Buon orto a tutti !!!
SCARICA I NOSTRI EBOOK GRATUITI

Iscriviti alle News di Coltivare l'orto

Verrai subito reindirizzato alla pagina per scaricare tutti gli ebook gratuiti disponibili

Torna ai contenuti | Torna al menu