Spennellatura dei tronchi nel frutteto. La migliore ricetta - Coltivare l'orto

Coltivare l'orto
Vai ai contenuti

Menu principale:

Spennellatura dei tronchi nel frutteto. La migliore ricetta

Antologia > Tutti gli argomenti > Frutteto
 
Spennellatura dei tronchi nel frutteto. La migliore ricetta

La pennellatura dei tronchi delle piante fruttifere ha la funzione principale di proteggerle contro il cancro batterico, ma offre anche molti altri vantaggi. E' una operazione che si fa in autunno, ricoprendo i tronchi dalla base e l'inizio delle ramificazioni con una miscela di cui forniamo, in questo articolo, una ricetta più efficace della comune calce idrata usata da sola
Il cancro batterico è una malattia delle piante che colpisce soprattutto  peschi, susini ed albicocchi, ma non risparmia anche altri tipi di fruttiferi.
Sintomi sui frutti, sulla corteccia e sulle foglie
I frutti contagiati presentano delle macchie rotondeggianti, scure, leggermente incavate e sono più piccoli rispetto a quelli sani.
Per quanto riguarda il tronco, rimuovendo la corteccia lo strato sottostante  mostra una colorazione rossastra, con profonde fratture caratteristiche della malattia. Le piante colpite possono  perdere interi rami, fino alla morte definitiva.
Le foglie presentano macchie finché tutta la foglia diventa scura e cade prima del tempo.


Un momento di sosta all'ombra di una pianta il cui tronco è stato trattato con la verniciatura bianca. In molti casi questa verniciatura protegge le pianbte a corteccia fine dalle insolazioni. (pratica in uso in Tunisia e esportata in Italia dai nostri connazionali)
Protezione dagli insetti e dai parassiti
Al sopraggiungere dell'inverno la maggior parte delle piante da frutto  rallenta l'attività vegetativa, per iniziare un periodo di riposo. La stessa cosa accade per la piccola fauna, gli insetti e ogni altra creatura che vive nell'orto a scapito delle piante. Dunque, l'autunno è il periodo in cui molti parassiti cercano un riparo per superare l'inverno. Molti producono larve che si interrano, altri, con un ciclo vitale pluriennale, trovano rifugio in tutti i piccoli anfratti utili, trai quali primeggiano le cortecce degli alberi.


Piante di frutto durante l'inverno. Sullo sfondo, residui di potatura

SCOPRI L’HOBBY PIU’ ANTICO E PIU’ ATTUALE
Scopri e diventa un coltivatore d’orto esperto. Basta un fazzoletto di terra, ma anche solo QUALCHE VASO sul tuo balcone.
METTI A FRUTTO I TUOI SPAZI INUTILIZZATI.
Porta sulla tua tavola cibi naturali ottenuti al solo prezzo del tuo amore e della tua passione.
Ristabilisci un contatto positivo con la natura, l’alternarsi delle stagioni, il sole, la luna, la pioggia  e  il cielo che ti circonda.
Entra nel mistero del seme che dà orIgine alla vita nel grembo della terra.
I libri di “Edizioni Coltivare l’orto”  che ti proponiamo (anche in formato ebook) sono stati scritti da un vero hobbysta dell’orto con una esperienza di più di mezzo secolo, che lo ha portato a essere maestro sia delle tradizioni più antiche  che delle tecniche più  moderne.
Su questi libri troverai informazioni che vanno ben oltre le comuni nozioni circolanti sul web, spesso ripetute e inesatte.
Per saperne di più

L'assenza delle foglie tipica del periodo autunnale può essere sfruttata a vantaggio di una buona pulizia dei tronchi e dei rami maggiori, e per effettuare i trattamenti anticrittogamici (contro i funghi) e antiparassitari. Spesso propprio gli insetti sono gli agenti di malattie come la bolla del pesco e varie forme di cancro.


Corteccia danneggiata. La zona va ripulita accuratamente e trattata con anticrittogmici come l'ossicloruro di rame.
Dunque, tra i vantaggi della pennellatura bianca del tronco ricordiamo, riassumendo, almeno tre vantaggi:
- la naturale repulsione che questa pratica suscita nei parassiti che tenderebbero a svernare nelle cortecce;
- l'effetto anticrittogamico, di eliminazione delle muffe e funghi, dannosi per se stessi ma anche vettori di altre forme di malattia;
- la protezione dai calori eccessivi che potrebbero danneggiare le cortecce più delicate.


Malattie del tronco
La ricetta
Ecco allora una ricetta per la preparazione di un secchio di tintura, sufficiente per 5-10 piante secondo le dimensioni delle stesse.

Ingredienti
- 5 litri di tinteggiatura murale bianca TRASPIRANTE per esterno;
- 500 grammi kg di colla vinilica bianca, (tipi Vinavil);
- 200 grammi di ossicloruro di rama-20 preferibilmente incolore;
- 4 litri di acqua
Preparazione
Versate la tinta murale in un recipiente capace di 10 litri circa;
Aggiungete 3,5 litri di acqua e miscelate con cura;
Aggiungete la colla e miscelate ancora;
Sciogliete l'ossicloruro di rame nel mezzo litro restante di acqua, miscelando a lungo, poi versate nel secchio per l'ultima miscelazione.


Malattie del tronco, (inizio di spaccatura)
Applicazione
Mentre applicate la vernice miscelate molto spesso perché gli ingredienti tendono a separarsi, in particolare la colla tende a depositarsi sul fondo.
Spazzolate bene la superficie dei tronchi, co maggior energia per quelli con corteccia ruvida e robusta, e maggior delicatezza per le cortecce fini.
Spargete la vernice in strati leggeri, eventualmente passando e ripassando più volte, dal basso verso l'alto. Dovete evitare gocciolature. Usate una pennellessa da pittura murale.
Coprite bene tutti gli spazi.


Piante da frutto trattate con la verniciatura del tronco



Verniciatura del tronco di una pianta del genere prunus (albicocco, susino, prugno e simili)
Buon orto a tutti !!!
SCARICA I NOSTRI EBOOK GRATUITI

Iscriviti alle News di Coltivare l'orto

Verrai subito reindirizzato alla pagina per scaricare tutti gli ebook gratuiti disponibili

Torna ai contenuti | Torna al menu