La Plusia del pomodoro, uno dei parassiti più comuni - Coltivare l'orto

Coltivare l'orto
Vai ai contenuti

Menu principale:

La Plusia del pomodoro, uno dei parassiti più comuni

Antologia > Tutti gli argomenti > Pomodori
 
La Plusia del pomodoro, uno dei parassiti più comuni

La Plusia del pomodoro (Chrisodeixis chalcites) è una farfalla notturna che predilige le piante di pomodoro, ma non disdegna le patate ed i fagioli, e spesso attacca anche i gerani.
Le farfalle notturne sono dette anche falene, o nottue. La Plusia adulta ha le ali marrone-rossastre con due macchie dorate per ciascuna ala, con una apertura alare di 3-4 cm. Le larve (bruchi) aggrediscono di notte le piante, divorando le foglie, i germogli ed i frutti. Sono di colore verde, e non hanno le prime due pseudozampe da cui deriva il loro caratteristico modo di spostarsi, inarcando il corpo.


Plusia adulta
La Plusia vola in tutti i mesi caldi, con preferenza di luglio, agosto e settembre. Giunti a maturità i bruchi tessono un bozzolo bianco nel quale si racchiudono per trasformarsi in crisalidi. Generalmente la plusia non arreca danni evidenti alle coltivazioni, se non quando aggredisce in massa le coltivazioni in serra.
La lotta alla Plusia si può condurre con prodotti a base di piretro. I metodi biologici consistono nella predisposizione di trappole per la cattura degli adulti. Per predisporre le trappole collocate delle strisce collose a circa 40 cm dal suolo, cioè all'altezza preferita dagli adulti per il volo.


Plusia adulta

Le strisce possono essere di qualunque colore, perché non è questo che le attrae: le farfalle, volando, incappano casualmente nelle trappole. Dunque, queste devono essere abbastanza fitte, a distanza non superiore ai tre metri una dall'altra.


Il bruco di Plusia cammina inarcando il corpo

I bruchi possono essere catturati manualmente, ma è molto difficile individuarli a causa del colore mimetico.
La loro azione di erosione delle foglie può essere contrastata spargendo sulle piante polvere di litotamnio, bentonite, farina di roccia o prodotti simili che, per la loro granulosità finissima, ostacolano la masticazione dei parassiti.


Bruco di plusia
Trovi interessante questo sito?
Ogni pochi giorni vengono pubblicate novità, schede tecniche, esempi   di coltivazione, prodotti, notizie utili al tuo hobby. Se vuoi   essere informato GRATUITAMENTE  sulle novità di questo sito e degli   altri blog del network.
ISCRIVITI SUBITO. Potrai cancellarti quando vorrai.



Se stai visitandoci dal tuo telefonino o tablet, puoi scaricare la nostra app
per essere sempre collegato IN TEMPO REALE a tutte le novità.



   
Buon orto a tutti !!!
Torna ai contenuti | Torna al menu