Grappoli con pochi pomodori. Come migliorare l’allegagione per raccolti più abbondanti. - Coltivare l'orto

Coltivare l'orto
Vai ai contenuti

Menu principale:

Grappoli con pochi pomodori. Come migliorare l’allegagione per raccolti più abbondanti.

Antologia > Tutti gli argomenti > Pomodori
 
Grappoli con pochi pomodori. Come migliorare l’allegagione per raccolti più abbondanti

Il pomodoro è una   pianta autofertile, cioè l’impollinazione può avvenire attraverso i   fiori della stessa pianta. Talvolta però è molto scarsa: su un grappolo   di sei-sette fiori, solo uno o due formano in frutto, gli altri seccano   e cadono a terra. Questo significa che il polline non è stato   correttamente trasferito da un fiore all’altro.
La mancata allegagione (fecondazione) di alcuni fiori può essere considerata nella norma, ma se la quantità supera il 10-20% allora ci sono problemi che impediscono il suo svolgimento corretto. In questo post voglio riassumere i più comuni, con l’indicazione di qualche rimedio.



Fiori e pomodorini appena allegati sullo stesso palco produttivo (grappolo)
Fattori che riducono la percentuale di fiori allegati
Le eccessive concimazioni organiche, specialmente quelle azotate. Dopo il primo sviluppo della piantina l’azoto andrebbe molto ridotto privilegiando apporti di fosforo e potassio. L’azoto favorisce l’eccessivo sviluppo del fogliame, a scapito della produzione dei frutti.
Gli squilibri idrici, cioè gli apporti di acqua non equilibrati: periodi di eccessive umidità seguiti da periodi di aridità. L’irrigazione dovrebbe essere costante.
La temperatura non idonea allo sviluppo della pianta: valori inferiori ai 12-13 °C o superiori ai 35 °C bloccano lo sviluppo della pianta con difficoltà di allegagione.
Inoltre le forti differenze di temperatura tra il giorno e la notte causano questi problemi. I pomodori andrebbero messi in campo quando la temperatura si è stabilizzata.



Grappoli di omodori da tavola con allegagione ben riuscita

Altri fattori che riducono la percentuale di fiori allegati
L’assenza di vento. Come appare ovvio, il vento svolge una azione importante nello spostamento del polline tra i fiori. Le piante coltivate in assenza di vento (in luoghi troppo riparati o al chiuso nelle serre) soffrono molto della mancanza di vento: peraltro, la sua azione contrasta anche l’umidità e lo sviluppo di malattie fungine.
Si può favorire l’impollinazione esercitando manualmente una azione di leggero scuotimento delle piante nelle giornate di sole.



Grappolo di pomodoro Piccadilly con buona allegagione

Altri fattori che riducono la percentuale di fiori allegati
Coltivazioni monovarietà. E’ sempre consigliabile non coltivare una sola varietà di pomodoro, ma almeno due varietà in modo che le eventuali carenze di una siano integrate dall’altra. Ormai nell’ambito di uno stesso tipo di pomodoro sono disponibili decine di varietà diverse.



Un grappolo con due soli pomodori, risultato di una impollinazione carente

Trovi interessante questo sito?
Ogni pochi giorni vengono pubblicate novità, schede tecniche, esempi   di coltivazione, prodotti, notizie utili al tuo hobby. Se vuoi   essere informato GRATUITAMENTE  sulle novità di questo sito e degli   altri blog del network.
ISCRIVITI SUBITO. Potrai cancellarti quando vorrai.



Se stai visitandoci dal tuo telefonino o tablet, puoi scaricare la nostra app
per essere sempre collegato IN TEMPO REALE a tutte le novità.



   
Buon orto a tutti !!!
SCARICA I NOSTRI EBOOK GRATUITI

Iscriviti alle News di Coltivare l'orto

Verrai subito reindirizzato alla pagina per scaricare tutti gli ebook gratuiti disponibili

Torna ai contenuti | Torna al menu