Coltivare il sedano nell’orto - Coltivare l'orto

Coltivare l'orto
Vai ai contenuti

Menu principale:

Coltivare il sedano nell’orto

Antologia > Tutti gli argomenti > Sedano
 
Coltivare il sedano nell’orto


Il sedano, detto anche sellero, è una pianta esigente dal punto di vista delle irrigazioni e richiede l'imbianchimento per fornire le sue coste tenerissime e croccanti. Nonostante ciò è una delle piante più coltivate negli orti, in quanto è alla base di moltissime ricette e fa parte di ogni soffritto. Ecco tutte le tecniche necessarie per una buona coltivazione.
Il sedano (Apium graveolens) è una pianta originaria delle zone a clima temperato del bacino del Mediterraneo. Fa parte della stessa famiglia del finocchio e del prezzemolo, quella delle Ombrellifere. Il suo nome latino fa riferimento agli oli essenziali e al profumo che caratterizzano tutta la pianta.


Piante di sedano nell'orto
I principali tipi sono il sedano dolce o a coste il sedano rapa e il sedano silvestre, o sedanino, o sedano da taglio. In questo articolo ci occuperemo del sedano più coltivato, cioè il sedano a coste.
Nell'ambito del sedano a coste possiamo distinguere alcuni tipi principali, sulla base di queste caratteristiche:
- il colore delle coste e delle foglie: verde chiaro, verde scurro, rosato, bianco dorato;
. la costa vuota o piena;
l la solcatura delle coste, più o meno evidenziata, fino ad essere assente;
- la capacità di autoimbiancarsi


Sedano Tall Utah 52/70
L'imbianchimento è un procedimento attraverso il quale le coste, normalmente tendenti al verde e fibrose, assumono una colorazione più chiara e diventano tenere e croccanti, dunque molto più gradevoli per essere consumate crude.
L'imbianchimento delle coste si ottiene sottraendole alla luce per un periodo che va dai 10 ai 20 giorni prima della raccolta. Per fare ciò si raccolgono le coste legandole non strettamente, e si avvolgono in paglia, telo plastico nero, carta di giornale, o comunque con qualsiasi altro mezzo che impedisca alla luce di raggiungerle. Se le distanze di semina sono sufficienti si può anche accumulare terra attorno al gambo, fino a coprirlo.


Gambi di sedano con le radici
Per la coltivazione nell'orto si può acquistare il seme da seminare in proprio, oppure le piantine già pronte al trapianto, allevate in contenitori alveolari generalmente di plastica. Per trapiantarle, estraetele dai contenitori così come sono, senza rompere il pane di terra, e mettetele in terra mantenendo il colletto alla stessa profondità che aveva nel contenitore. Generalmente le piantine si estraggono dal contenitore afferrando tutto il ciuffo vicino alla base e provando a tirare leggermente. Le radici del sedano tendono ad "aggrapparsi" alle pareti dei contenitori: se ciò accade non forzate tirando, ma spingete da sotto la piantina infilando una cannuccia nel foro inferiore del vasetto. Se invece non vi interessa conservare i contenitori per usi successivi, tagliateli.


Piantine di sedano pronte al trapianto
Se intendete seminare da soli il vostro sedano, avrete il vantaggio di poter scegliere nei cataloghi le varietà che gradite di più. Considerate sempre però i consigli forniti dal venditore, circa il clima più adatto e il periodo di semina consigliato per la specifica varietà che state acquistando. Talvolta queste informazioni sono riportate anche sulle bustine che trovate nei negozi specializzati. La prima cosa da controllare, però, è la data di scadenza, spesso nascosta e poco leggibile. Tenete conto che i semi di sedano si conservano vitali per tre anni, dopodiché la germinabilità diminuisce molto.


Varietà di sedano
I semi di sedano sono piccolissimi: un grammo ne contiene circa 2500. Nel procedere alla semina dovrete manipolarli con grande cura per ottenere buoni risultati. Il seme sparso in quantità eccessiva genera una moltitudine di piantine che si ostacolano l'una con l'altra.
Per spargere il seme miscelatelo con della sabbia fine  molto asciutta, in questo modo riuscirete ad applicarlo im modo più omogeneo.


Sedano allevato in vaso Più che vasi, sono sacchetti di concime riempiti di terriccio. Ciò è dovuto al fatto che il terreno sottostante è troppo ghiaioso e non adatto alla coltivazione.
Il substrato per la semina può essere costituito da normale terriccio da semina, oppure da compost prodotto da voi ma invecchiato almeno due anni e setacciato finemente. Potete seminare in una terrina bassa oppure direttamente in contenitori singoli (contenitori alveolari di recupero, ma anche bicchierini di plastica, per esempio). In ogni caso ogni contenitore dovrà avere un  foro sul fondo, sufficiente allo sgrondo dell'acqua di irrigazione in eccesso.
Riempite i contenitori con il terriccio e pressate in modo da ottenere una superficie piana. Potete ottenere un buon risultato infilando nel bicchierino con il terriccio da pressare un altro bicchierino simile, che con il fondo eseguirà una pressione omogenea.


Varietà di sedano
Spargete il seme miscelato a sabbia. Potet anche strofinare sul seme una cannuccia o un pennellino morbido: alcuni semi resteranno attaccati. Passate poi il peennellino sul terriccio di semina. Se usate questo metodo mettete in opera poco seme alla volta perché quello avanzato verrà inumidito dal successivo passaggio del pennellino e non si conserverà a lungo.


Varietà di sedano
La piantina emerge dopo 20-25 giorni, perché la germinazione è lenta. Durante questo periodo i contenitori di semina vanno irrorati frequentemente con un polverizzatore a getto fine.


Tipico fogliame del sedano. Normalmente si usano solo le coste, ma le foglie possono essere utilizzate per ottener eun ottimo pesto, come si fa con il basilico


Se avete seminato tutte le piantine in un unico contenitore è consigliabile eseguire, quando sono alte almeno  3 cm, la ripicchettatura, cioè la collocazione delle piantine in contenitori singoli. Innaffiate abbondantemente, in modo che possiate estrarre le piantine dal terreno senza rompere le radici. Scegliete solo le più belle, e ripiantatele (ripicchettatele) ognuna per conto suo in contenitori singoli. Quando saranno alte al minomo 10 cm potrete trapiantarle a dimora definitiva
Trapianto
Fate il trapianto senza rompere il pane di terra, sistemando le piantine in piccole buche appena più larghe del necessario. Pressate bene la terra intorno in modo da ottenere un buchetta, che riempirete d'acqua. Fate il trapianto possibil,ente di sera, comunque evitate di farlo di mattina o nelle ore più calde della giornata.
Collocate le piantine alla distanza di 20-25 cm tra di loro. Se trapiantate su file, manenete una distanza di 40-50 cm tra una fila e l'altra.


Modalità di imbianchimento del sedano

Irrigazione
Il sedano è una delle piante più esigenti in fatto di acqua. Evitate di innaffaire a pioggia, per non favorire muffe o scottature solari. E' preferibile innaffiare a scorrimento tra le file.

Concimazione
Non somministrate letame fresco prima del trapianto, perché favorisce le marcescenze e può dare sapori sgradevoli. Piantate il sedano su terreni che avevate concimato abbondantemente l'anno precedente, per esempio sul terreno dove avevate coltivato pomodori o melanzane. Prima del trapianto potete lavorare il terreno interrando del concime granulare per orto.
Altre pratiche colturali
Mantenete sempre pulita l'aiuola eliminando tutte le erbe spontanee, che posson richiamare afidi o altri insetti dannosi.
Anche le lumache sono attratte dal sedano: sistemate qua e là delle lattine o bicchieri con mezzo centimetro di birra sul fondo: questa attirerà le lumache che non riusciranno più a risalire.

Raccolta
La raccolta si fa quando la pianta ha raggiunto le sue dimensioni caratteristiche, oltre le quali non cresce e invecchia. Per l'uso immediato in cucina potete anche raccogliere solo alcune coste più esterne.
Normalmente si raccoglie tutto il gambo tagliandolo a livello del terreno. La radice lasciata nel terreno potrebbe generare nuovi teneri getti. Secondo la necessità, imbianchite alcune piante alla volta, racchiudendo tutte le coste legate in un mazzo con del materiale che le mantenga al buio. Questa operazione va fatta 10-15 giorni prima, e poi il sedano va raccolto.


Metodo creativo di imbianchimento del sedano con materiale di recupero

Buon orto a tutti !!!
SCARICA I NOSTRI EBOOK GRATUITI

Iscriviti alle News di Coltivare l'orto

Verrai subito reindirizzato alla pagina per scaricare tutti gli ebook gratuiti disponibili

Torna ai contenuti | Torna al menu